AOC032

2011

Si conclude, con questo secondo volume, l’affascinante viaggio musicale ideato dal
m° Roberto Cognazzo alla scoperta di un inedito repertorio tra “scena lirica e grande schermo”. Un itinerario che da un lato getta nuova luce sull’evoluzione del gusto musicale di fine Ottocento e nel contempo dimostra concretamente le possibilità espressive dell’organo nel ricreare sonorità e atmosfere talora lontane dalla tradizione organistica.
Anche per questa incisione ANTICHI ORGANI DEL CANAVESE si avvale dello splendido strumento della parrocchiale di Tonengo di Mazzè, preziosa opera realizzata nel 1891 dal genio di Carlo Vegezzi-Bossi e unanimemente riconosciuto come il “primo organo liturgico costrutto nelle provincie subalpine”. Grazie ai recenti lavori di restauro lo strumento ha riacquisito l’originario splendore evidenziando particolarità costruttive e scelte progettuali innovative che lo rendono un autentico “unicum” nel panorama organario piemontese di fine Ottocento.

 

  • Pietro Mascagni (1863-1945)
    L’amico Fritz (1891)
    - Intermezzo
  • Alfredo Catalani (1854-1893)
    La Wally (1892)
    - Preludio atto III (A sera)
  • Pietro Mascagni
    Guglielmo Ratcliff (1895)
    - Sogno
  • Alberto Franchetti (1860-1942)
    Cristoforo Colombo (1892)
    - Notturno sull’Oceano
  • Pietro Mascagni
    Silvano (1895)
    - Barcarola e Notturno
    Le Maschere (1901)
    - Sinfonia
  • Carlo Rustichelli (1916-2004)
    - L’armata Brancaleone (1966)
  • Stelvio Cipriani (1937)
    - Anonimo veneziano (1970)
  • Armando Trovajoli (1917)
    - Rugantino (1973)
  • Nicola Piovani (1946)
    - Il marchese del Grillo (1981)
    - La vita è bella (1997)
  • Ennio Morricone (1928)
    - Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto (1970)
    - Metti una sera a cena (1969)
    - Per le antiche scale (1975)
    - C’era una volta il West (1968)
  • Roberto Cognazzo (1943)
    - Rotazione 3, ulteriore girotondo semiserio su spunti di Nino Rota (1995)

Catalogo

In Evidenza

Dopo un ventennale percorso alla riscoperta e alla valorizzazione del nostro prezioso patrimonio organario storico, ANTICHI ORGANI DEL CANAVESE approda a Vigliano Biellese ad incidere il pregevole nuovo strumento opera della Bottega Organara Dell’Orto & Lanzini a dieci anni esatti dalla sua costruzione, avvenuta nel 2007.

Organo e sassofono nel XIX secolo. Prosegue il percorso di ANTICHI ORGANI DEL CANAVESE alla riscoperta e alla valorizzazione dell’importante patrimonio organario costituito sul finire dell’Ottocento. Chiesa di S. Bernardo - Campomorone (Ge). Emanuele Fresia e Rodolfo Bellatti.

Holidays for organ: venti  capolavori del repertorio leggero, arrangiati ed eseguiti da Roberto Cognazzo sul Carlo Vegezzi-Bossi 1890 della Chiesa di S. Gaetano da Thiene in Torino. 

Un lavoro monografico dedicato a Dietrich Buxtehude, per acquisto diretto in rete:
http://www.discolandmail.com/catalogo-135010.htm

 

Canavese On Line