AOC040

2015

Negli ultimi anni ANTICHI ORGANI DEL CANAVESE ha inciso numerosi strumenti costruiti nel cosiddetto periodo di “transizione”, un lasso di tempo breve ma significativo che ha caratterizzato – in Piemonte – l’Arte organaria degli ultimi decenni del XIX secolo.

Un’epoca che ha segnato la fine ingloriosa o la fortuna di importanti famiglie organare, condizionate dalla loro capacità di reazione di fronte al repentino cambio del gusto musicale e alla conseguente necessità di profondo rinnovamento organario, sia tecnico, sia fonico.

È in questo contesto che si inserisce la costruzione nel 1892 del pregevole strumento della Confraternita di S. Bernardino, “primo organo liturgico” collocato nella città di Vercelli, opera dell’importante famiglia di organari varesini Pietro e Luigi Bernasconi. Il prezioso organo – grazie anche alle lungimiranti scelte progettuali – è con ogni probabilità la prima realizzazione dei Bernasconi sulla quale sono recepiti la gran parte degli orientamenti promossi in seguito all’affermarsi del Movimento ceciliano.

Catalogo

In Evidenza

Dopo un ventennale percorso alla riscoperta e alla valorizzazione del nostro prezioso patrimonio organario storico, ANTICHI ORGANI DEL CANAVESE approda a Vigliano Biellese ad incidere il pregevole nuovo strumento opera della Bottega Organara Dell’Orto & Lanzini a dieci anni esatti dalla sua costruzione, avvenuta nel 2007.

Organo e sassofono nel XIX secolo. Prosegue il percorso di ANTICHI ORGANI DEL CANAVESE alla riscoperta e alla valorizzazione dell’importante patrimonio organario costituito sul finire dell’Ottocento. Chiesa di S. Bernardo - Campomorone (Ge). Emanuele Fresia e Rodolfo Bellatti.

Holidays for organ: venti  capolavori del repertorio leggero, arrangiati ed eseguiti da Roberto Cognazzo sul Carlo Vegezzi-Bossi 1890 della Chiesa di S. Gaetano da Thiene in Torino. 

Un lavoro monografico dedicato a Dietrich Buxtehude, per acquisto diretto in rete:
http://www.discolandmail.com/catalogo-135010.htm

 

Canavese On Line